Piero “Ropie” Bittolo Bon

Piero “Ropie” Bittolo Bon

​Nasce nel settembre del 76 a Portogruaro, giusto in tempo per rovinare la reputazione alla città. Trasferitosi in seguito a Venezia, viene iniziato ai segreti delle miccette, che tuttora preferisce di gran lunga al solfeggio. Decide infatti di interrompere una carriera pianistica più che promettente dopo aver raggiunto una discreta padronanza de "Il Piccolo Montanaro" di Francesco Paolo Frontini. Risulta invece nebuloso il passaggio nel quale il nostro passò dalla totale ed incondizionata dedizione verso i videogiochi al trovarsi un sax contralto tra le mani. Il suo sogno segreto è vincere al Totogol una somma sufficiente a commissionare al LHC (Large Hadron Collider) del Cern un esperimento che aiuti a sciogliere il dilemma che ha tormentato gli anni migliori della sua vita: è più forte Mazinga Z o Cannonball Adderley?